La Donna Spartana  

 

 

Ciò che diversificava Sparta dalle altre città greche era la logica guerriera che doveva prevalere anche per le donne visto che la società in questione basava il suo credo nell'arte militare.
Non era la donna d'Atene, o Etrusca o Romana, non partecipava per nulla all'attività sociale e politica (mutuando una terminologia moderna) e nemmeno poteva dir la sua sulla gestione del patrimonio della famiglia.
Era invece, e pesantemente attiva nell'attività religiosa ed arrivava ad avere anche un discreto potere.
Non dimentichiamo la sacerdotessa d’Era da cui deriva la parola atta ad identificare le datazioni.
Per contro, Sparta, in evidente contrasto con le altre realtà del tempo, è l'unica a fornirci statuette di nudità femminili, anche se di giovane età.
Le giovinette vivevano e svolgevano la stessa attività fisica e culturale dei maschi fino a sedici anni: l'età in cui i due destini si dividevano completamente.
Attenzione non tragga in inganno il fatto che le giovinette fossero iniziate alla stessa preparazione fisica dei maschi, Licurgo su questo era chiaro: stessa educazione (anche fisica) per entrambi i sessi fino all’età della pubertà, poi destini separati, guerriero uno madre l’altra.
Anzi, Licurgo raccomandava che le giovani si sposassero in piena forza fisica (per dare alla patria i combattenti) che tradotto in termini d’età doveva significare intorno ai 15/16 anni al massimo.
Ugualmente non tragga in inganno il fatto che le donne spartane non fossero mai descritte nel filare la lana, in realtà questo lavoro era di competenza dello schiavo o della schiava: a Sparta si era rigidi anche in questo.
Per converso la legge proteggeva molto la donna a Sparta, nessun uomo poteva in alcun caso mancarle di rispetto e le pene erano abbastanza pesanti per l’epoca e mai come in altre società le sarebbe mancato il cibo: il guerriero spartano avrebbe rinunciato al suo per non farlo mancare alla propria moglie…..
La donna aveva la sua funzione nella società spartana, una funzione essenziale per le sempre esangui milizie ed era giocoforza che crescesse sana, dura e senza altri pensieri che servire la patria. "

Storia e Società Home Page